ITA
/
ENG
Il Museo e le Sale
 
 
Il Museo e le Sale
Il nuovo percorso museale si distingue in due sezioni, separate da un corridoio direzionale. Una sezione è completamente dedicata al Codex Purpureus,  mentre l’altra è dedicata alla storia della diocesi e della città di Rossano nei secoli.
Continua
News
CHIUSURA ECCEZIONALE MUSEO
CHIUSURA ECCEZIONALE MUSEO
Alla luce delle nuove misure nazionali di contrasto e contenimento del virus COVID-19,  stabilite nel DPCM dell’8 marzo 2020, il Museo Diocesano e del Codex sarà chiuso al pubblico fino al 3 aprile 2020.
Saremo comunque raggiungibili attraverso i canali social e sulla mail info@museocodexrossano.it
#seguitecidacasa #nonperdiamocidivista
Continua
IL CODEX PURPUREUS ROSSANENSIS PROTAGONISTA ALL'INCONTRO "MEDITERRANEO FRONTIERA DI PACE"
IL CODEX PURPUREUS ROSSANENSIS PROTAGONISTA ALL'INCONTRO
"Mediterraneo frontiera di pace” è il titolo dell'incontro che radunerà a Bari, dal 19 al 23 febbraio 2020,  una sessantina di vescovi cattolici provenienti da venti Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, in Asia, in Africa e in Europa. L’incontro si concluderà con la Santa Messa presieduta da Papa Francesco e si propone come stimolo alla cultura del dialogo e alla costruzione della pace in Europa e in tutto il bacino del Mediterraneo.
In tale contesto, per tutta la durata dei lavori, sarà esposto nella Cappella del Castello Svevo, sede dell’evento, una copia facsimilare del Codex Purpureus Rossanensis, il prezioso evangelario miniato riconosciuto patrimonio Unesco, un libro che è esso stesso simbolo di dialogo e incontro.
"Il Codex, realizzato nel vicino Oriente con la sua storia millenaria, rappresenta quei valori culturali di bellezza che da sempre l'Italia ha espresso rivestendo nell'area del Mediterraneo il ruolo significativo di casa dell'umanità (S. E. Mons. Giuseppe Satriano, Arcivescovo della Diocesi di Rossano Cariati).
Nelle giornate di venerdì 21 e sabato 22 sarà possibile godere di una spiegazione dettagliata - anche in lingue diverse dall’italiano - delle bellissime 15 miniature che arricchiscono il Codex, rendendolo un vero capolavoro dell’arte bizantina e uno dei più preziosi vangeli miniati esistenti al mondo.
Continua
AMICO MUSEO 2020
AMICO MUSEO 2020
Anche per il nuovo anno è possibile acquistare presso la biglietteria del Museo la tessera AMIC@MUSEO.
La tessera consente accesso illimitato al Museo Diocesano e del Codex per tutto il 2020 ed attribuisce al suo titolare diverse agevolazioni, quali un biglietto ridotto per un eventuale accompagnatore, sconti per l’acquisto di souvenir e di vari beni e servizi, turistici e didattici, presso il Museo e partners convenzionati e accesso privilegiato per eventi e  iniziative organizzate dal Museo.
Per saperne di più, recatevi al Museo e riceverete in regalo anche lo splendido calendario 2020.
Continua
"Sfogliando il Codex" alla presenza del Patriarca Ecumenico di Costantinopoli
Nel contesto degli eventi programmati per celebrare il primo centenario della istituzione dell'Eparchia di Lungro, giovedì 19 settembre 2019 si svolgerà la visita storica all’Arcidiocesi di Rossano-Cariati di Sua Santità Bartolomeo I, Arcivescovo di Costantinopoli, Patriarca Ecumenico, il più insigne rappresentante a livello mondiale delle Chiese Ortodosse.
Sua Santità Bartolomeo I giungerà in Calabria nel pomeriggio di mercoledì 18 settembre 2019 e sarà ufficialmente accolto dal Vescovo di Lungro, Mons. Donato Oliverio, e da rappresentanti delle Istituzioni ecclesiali, amministrative e militari calabresi.
Giovedì 19 settembre, alle ore 10, Sua Santità Bartolomeo I sarà accolto nella Cattedrale della SS. Achiropita da S. E. l'Arcivescovo di Rossano-Cariati Mons. Giuseppe Satriano, dai sacerdoti e dai fedeli della diocesi.
A suggello dello storico momento, l’Arcidiocesi di Rossano-Cariati e il Museo Diocesano e del Codex hanno organizzato l’evento “Sfogliando il Codex”, prestigiosa cerimonia che prevede lo sfoglio di una pagina del Codex Purpureus Rossanensins, il prezioso evangelario greco miniato del VI secolo custodito nel Museo e riconosciuto dall’UNESCO bene patrimonio dell’umanità.
Continua
Dal Restauro alla Valorizzazione: La Madonna di Costantinopoli
 Dal Restauro alla Valorizzazione: La Madonna di Costantinopoli
Sabato 7 Dicembre, alle ore 10.30, si terrà la presentazione del restauro del dipinto dedicato alla Madonna di Costantinopoli e la sua nuova valorizzazione nel percorso museale.
L’incontro vuole essere un momento condiviso per mettere in luce le importanti azioni di restauro che si svolgono nei nostri musei, grazie ai contributi della CEI e con la preziosa collaborazione tra gli uffici Diocesani e gli uffici del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
L’evento è dedicato a Giorgio Leone, in occasione dell’anniversario della sua scomparsa avvenuta nel dicembre 2016, per ricordare il suo profondo legame con il Museo e la particolare attenzione verso lo studio e il restauro del dipinto dedicato alla Madonna di Costantinopoli.
La presentazione si terrà presso il museo Diocesano e del Codex e vedrà la presenza di Mons. Giuseppe Satriano, Arcivescovo di Rossano-Cariati; Giovanni Piccirillo, restauratore della Ditta Di Palma restauri, che esporrà le fasi del restauro; Salvatore Patamia, Segretario Regionale del MIBACT per la Calabria; Mariano Bianchi, Soprintendente Belle Arti e Paesaggio della Calabria; Antonio Puntillo, Funzionario Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio della Calabria; Donatella Novellis, Assessore alla Cultura della città di Corigliano-Rossano; Rita Leone, sorella di Giorgio Leone; Cecilia Perri, Vicedirettore del Museo Diocesano e del Codex.
Continua
Cerimonia di consegna del facsimile del Codex Purpureus Rossanensis al Presidente della Repubblica
Cerimonia di consegna del facsimile del Codex Purpureus Rossanensis al Presidente della Repubblica
Si è svolta martedì 4 giugno alle ore 17:00, presso lo Studio privato del Presidente della Repubblica al Palazzo del Quirinale, la cerimonia di consegna della copia facsimile del Codex Purpureus Rossanensis, realizzata e contrassegnata ad personam, al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.
Continua
Pino Deodato -"ricAMARE" trame di vita quotidiana
Pino Deodato -
Pino Deodato espone al Museo Diocesano e del Codex, nel comune di Corigliano-Rossano, dal 2 al 28 Agosto con la mostra dal titolo “ricAMARE” trame di vita quotidiana
Inaugurazione : Venerdì 2 Agosto 2019, ore 19.00, cortile del Museo Diocesano e del Codex
 
Continua
"Codex". Personale di Nicholas Tolosa
Codex, ultimo lavoro dell’artista Nicholas Tolosa, è l’omaggio al Codex Purpureus Rossanensis che verrà presentato al pubblico il prossimo 6 settembre 2019, alle ore 19.00, nel Museo Diocesano e del Codex di Corigliano-Rossano. La personale è a cura del critico d’arte Roberto Sottile, curatore del Museo del Presente di Rende.
L’arte che incontra l’arte, il passato che incontra il presente, la storia che si contamina di una contemporaneità che ci ricorda come “gli antichi” siamo noi. La nostra società contemporanea non è quella più moderna ma quella più “antica” poiché alla storia lascia testimonianze importanti che hanno segnato e continuano a segnare l’evoluzione dell’umanità, ed in questo caso dell’arte.
Un omaggio, quello di Nicholas, che viene costruito analizzando tavola V dove compare l’ultima cena di Cristo, una delle 15 illustrazione miniate del preziosissimo Evangelario della metà VI secolo che si contraddistingue da altre scene dell’ultima cena per la posizione della figura di Gesù. 
Continua
Il Codex Purpureus Rossanensis presentato nella cittadina marchigiana di Belforte del Chienti (MC)
Il Codex Purpureus Rossanensis presentato nella cittadina marchigiana di Belforte del Chienti (MC)
Continua la promozione del Codex in diverse regioni d’Italia, facendo tappa nel borgo marchigiano di Belforte del Chienti (MC).
Martedì 10 Dicembre, alle ore 18:30, nella suggestiva chiesa di Sant’Eustachio, dove è custodito il più grande polittico d’Europa, capolavoro quattrocentesco del maestro Giovanni Boccati, il Codex verrà presentato alla presenza degli Arcivescovi di Rossano-Cariati Mons. Giuseppe Satriano, e di Camerino-San Severino Marche Mons. Francesco Massara.
Parteciperanno all’evento Alessio Vita, Sindaco di Belforte del Chienti, Matteo Pompei, Sindaco di Monte San Martino (MC), Giampiero Feliciotti, Presidente dell’Unione Montana dei Monti Azzurri, Cecilia Perri, vicedirettore del Museo Diocesano e del Codex e Mario Zanoni, artista contemporaneo che ha realizzato un trittico ispirato al Codex. Coordinerà l’evento la giornalista Marilena Spataro.
L’iniziativa è promossa dal Comune di Belforte del Chienti, dall’Unione Monte degli Azzurri e realizzato in collaborazione con l’associazione Culturale LOGOS e il Museo Diocesano e del Codex. Media Partner è la rivista di arte e cultura Art&Art.
Continua
Menzione speciale per il Museo Diocesano e del Codex -finalista al Premio ICOM Italia - Museo dell'anno
Menzione speciale per il Museo Diocesano e del Codex -finalista al Premio ICOM Italia - Museo dell'anno
Il Museo Diocesano e del Codex, unico museo ecclesiastico e unico della Calabria giunto tra i 10 finalisti del Premio ICOM Italia - Museo dell’anno 2017,  ha ricevuto una menzione speciale dalla giuria del prestigioso riconoscimento. 
Continua
Con il nuovo anno parte "AMIC@MUSEO", la card del Museo Diocesano e del Codex.
Con il nuovo anno parte
E’ stata lanciata lo scorso 29 dicembre in occasione della presentazione del libro di Fabio Mandato “Guidati da una stella” e da oggi è possibile acquistarla presso la biglietteria del Museo.
Si tratta di AMIC@MUSEO, la tessera che consente l’accesso illimitato al Museo Diocesano e del Codex per tutto il 2019 ed attribuisce al suo titolare diverse agevolazioni, quali un biglietto ridotto per un eventuale accompagnatore, sconti per l’acquisto di souvenir e di vari beni e servizi, turistici e didattici, presso il Museo e partners convenzionati.
Continua
Museo Diocesano e del Codex 
Via Arcivescovado, 5
87067 - Rossano (Cs) 
Mail: info@museocodexrossano.it Tel./Fax. 0983.525263 
Cell. 340.4759406
Le Opere
 
 
La collezione museale diocesana comprende opere di varie epoche e tipologie, suddivise in aree cronologiche e tematiche.

Il museo si pare con una piccola sezione contenente le opere più antiche, tra cui spicca lo Specchio Greco in bronzo, datato al V secolo a. C. e una lastra marmorea di epoca romana, riutilizzata nel XVII secolo.

Percorrendo le varie sale si riscontreranno importanti sculture realizzate in legno e in argento. Imponente e particolarmente venerato, è il busto argenteo dell’Achiropita, mentre tra le sculture in legno, un grande rilevo rivestono le statue ottocentesche della Madonna Assunta e di San Francesco da Paola, realizzate dallo scultore di Serra San Bruno Vincenzo Zaffino.

Tra i dipinti più preziosi troviamo la tavola della Pietà, realizzata nel 1499 circa dall’artista cretese Andrea Pavia; una preziosa miniatura su pergamena raffigurante il Matrimonio mistico di Santa Caterina, realizzata da un miniatore tosco- romano tra il XVI e il XVII secolo, e dipinti su tela di varia epoca.

Ricca è, inoltre, la presenza della suppellettile sacra, che unisce al pregio artistico l’aspetto liturgico e storico. Tra tutti spicca l'anello detto di San Nilo, l’ostensorio architettonico noto come Sfera greca, la Manta della Madonna Achiropita e diversi reliquiari, calici  e ostensori  in argento finemente lavorato.

Infine, la collezione è arricchita da preziosi paramenti liturgici e antiche pergamene e codici musicali.
Museo Diocesano e del Codex 
Via Arcivescovado, 5
87067 - Rossano (Cs) 
Mail: info@museocodexrossano.it Tel./Fax. 0983.525263 
Cell. 340.4759406
Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di più
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all'uso dei cookie
Museo Diocesano e del Codex - Via Arcivescovado, 5 87067 - Rossano (Cs)